T1920IT PMS C

La nostra rassegna di teatro amatoriale, giunta alla decima edizione, con raccolta fondi a favore del programma End Polio Now della Rotary Foundation si allarga quest’anno da febbraio ad aprile. Sarà un’edizione doppia, quella del 2019, perché 7 delle 9 compagnie vincitrici delle edizioni precedenti hanno accettato di tornare sul palco e rimettersi in gioco.

Cosa e come sarà cambiato in ognuno di questi straordinari gruppi di attori toscani?

Lo scopriremo ogni lunedì dal 4 febbraio all’8 aprile. Già annunciata la successione delle rappresentazioni che si apriranno il 4 febbraio 2019 con la compagnia Il Chiodo Fisso – vincitrice dell’edizione 2014.

Toccherà quindi (11/2) a Gli Squinternati (che sostituiscono Il Sipario di Scandicci); Il Palco - vincitori prima edizione 2010 (18/2); Gli Extrafondenti - vincitori ultima edizione 2018 (25/2); Né fischi né fiaschi - vincitori edizione 2012 (4/3); I Malandra - vincitori edizione 2017 (25/3); La Saletta - vincitori edizione 2016 (1/4).

L’8 aprile la serata finale sarà affidata a una nuova compagnia, "I Ritrovati".

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno alla Sala Esse (Via del Ghirlandaio 38, Firenze, ampio parcheggio gratuito) alle ore 21. Posto unico –

Ingresso con offerta libera in favore del Programma END POLIO NOW. Per prenotazioni ed informazioni tel 3487880448 - 055 0665049 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.facebook.com/teatrotary - twitter #teatrotary2018

Scarica la locandina

 

 

 

 

 

L’Assemblea dei Soci ha proceduto alla elezione del presidente A.R. 2020/2021 e all’elezione del Consiglio direttivo A.R. 2019/2020. Nelle foto (LC) di questa pagina la commissione elettorale (Cigliana, Miglietta, Piscitelli, Diana) e il momento della proclamazione dei risultati, affidata al presidente Fantini con l’assistenza del segretario Piscitelli.
Presenti 33 soci di persona e 5 per delega, Presidente 2020/2021 è stato eletto il rag. Simone Martini, 50 anni, commercialista, delegato ANT a Firenze, PHF che ha ottenuto 34 voti. Tre schede sono risultate bianche, un voto è andato all’amico Penco.
Il consiglio direttivo dell’anno rotariano 2019/2020, che sarà presieduto da Stefano Selleri, sarà composto da:
- Letizia Cardinale (vice-presidente, 33 voti)
- Lorenzo De Santi (segretario, 37 voti)
- Domenico Ferraro (tesoriere, 37 voti)
e dai consiglieri Fabio Azzaroli (36 voti) Guido Bencistà (34 voti) Enrico Fantini (38 voti) Tommaso Migliori (33 voti) Marco Minucci (36 voti) Michele Reali (35 voti) Giuseppe Rogantini Picco (34 voti). Hanno altresì ottenuto voti gli amici Penco, Diana, Fossi e Paolillo.

A tutti gli eletti gli auguri di buon lavoro.

Come sempre aperta a familiari e amici la festa è tornata nella bella cornice della Villa Medicea del Poggio Imperiale. All’inizio un piccolo concerto (foto a sin.) nella Sala Bianca, dove tra l’altro negli annali si ricorda uno dei pochissimi concerti italiani di Mozart. Il programma – interpretato dal pianista Andrea Scatarzi e dal tenore Nika Gorgodze – ha compreso celebri melodie natalizie e altri brani della tradizione lirica e napoletana.
La cena di gala si è tenuta nella Galleria dove, in conclusione, è arrivata la lotteria a favore dei nostri service, tra cui un’iniziativa della Fondazione Voa Voa, con doni da e per i soci presenti. I giochi hanno avuto un grosso successo. Sandra, Giuliano, Marco e Marina hanno ideato e condotto le prove e controllato le soluzioni. Il bollettino pubblica un supplemento straordinario (Enigmistica Rotariana) con i giochi cui potranno così partecipare anche gli assenti. Le soluzioni al prossimo numero. Per la cronaca ha vinto il tavolo della presidenza (ubi maior…).

Tutti i premi erano Made in Sipario. Un ringraziamento va agli organizzatori e a tutti i soci, ospiti e altri amici che hanno fornito i premi per la lotteria e i gadget, calendari, portachiavi, penne, caffè per le consuete buste dono; le Terme di Porretta hanno donato dei buoni sconto consegnati alle signore presenti. In palio alla lotteria c’erano anche quattro buste con l’annullo filatelico dell’ultimo Premio Columbus autografate da un premiato, l’astronauta Paolo Nespoli.

Ai tutti i soci presenti é stata consegnata la stessa busta senza autografo. Primo premio lotteria (presentata dall’amico Bellucci) a Arianna Viola, in visita dal RC Roma Tevere.

E in serenità e amicizia grande scambio di auguri cui si associa anche il Bollettino.

Dai tempi più antichi tutti sanno quanto risultano salutari le acque termali, sia per la prevenzione e cura di alcune malattie, sia nell’ottica oggi sempre più importante di conservare la bellezza e mantenersi giovani. E Porretta è uno dei luoghi storici del termalismo italiano, come ha illustrato il dott. Mitrotta ricordando il tempo d’oro della ferrovia, la prima che attraversò l’Appennino unendo il Nord Italia a Roma. Il mondo delle terme ha intanto subito un profondo cambiamento, passando da una richiesta da parte di una utenza prettamente medica ad una domanda molto più turistica, che ha fatto perdere di vista le proprietà delle acque termali. Ciò rischia di valorizzare solo l’aspetto alberghiero e ricettivo a discapito di quello legato ai trattamenti e spesso generalizzando gli stessi, senza tener conto delle diverse caratteristiche delle acque termali.

Ogni sito infatti ha delle peculiarità che lo differenziano dagli altri, rendendolo adatto alla cura d i patologie diverse, come dimostra l’autentica ricchezza termale del nostro Paese. Le Terme di Porretta, puntando sullo studio e la ricerca al fine di sfruttare al meglio il potenziale delle proprie acque, ha raggiunto alcune specializzazioni di rilievo, tra cui la fibromi algia. Nel dibattito gli amici Zerauschek, Tonelli, Spagli e il suo ospite dott. Pasquale Boccieri, impegnato in un Master sull’argomento, hanno animato una conversazione vivace. E’ toccato invece a Sara Ermini ritornare sulla qualità dell’offerta alberghiera delle Terme di Porretta.

A tutti il dott. Mitrotta ha risposto con competenza concludendo con l’invito a vedere di persona. Ha poi consegnato al Presidente Fantini una targa appositamente realizzata in ricordo di questa serata

Affidata all’entusiasmo di Sandra Manetti, la presentazione della decima edizione di Teatrotary si è accompagnata all’invito del regista della compagnia i Malandra Luca Messeri  rotariano del Valdisieve, a vedere nel teatro amatoriale il più vero esempio di teatro e un importante motore di cultura.
Come ha ricordato Sandra, la nostra rassegna di teatro amatoriale con raccolta fondi a favore del programma End Polio Now della Rotary Foundation si allarga quest’anno da febbraio ad aprile. Sarà un’edizione doppia, quella del 2019, perché 7 delle 9 compagnie vincitrici delle edizioni precedenti hanno accettato di tornare sul palco e rimettersi in gioco. Cosa e come sarà cambiato in ognuno di questi straordinari gruppi di attori toscani? Lo scopriremo ogni lunedì dal 4 febbraio all’8 aprile.

In una delle più belle piazze fiorentine, il Palazzo Bartolini Salimbeni, costruito nel 1520 da Baccio d’Agnolo, ospita da pochi mesi la Collezione che il gallerista Roberto Casamonti ha dedicato all’arte del Novecento. Il corpo completo dei dipinti e delle sculture copre un arco cronologico che, dai primi anni del secolo passato arriva sino ai nostri giorni, con attenzione sia all’arte italiana che internazionale. La visita guidata è resa possibile da un’associazione culturale appositamente costituita per gestire e animare il museo, che i nostri soci hanno visitato oggi guidati dalla bravissima Valentina Calamandrei