T1920IT PMS C

In una serata bollente (verso le 23 c’erano ancora 30° C) il Firenze Est ha celebrato con sobrietà il più tradizionale degli appuntamenti, il passaggio annuale delle consegne tra il presidente uscente Fabrizio Fantini e il successore Stefano Selleri. Fantini ha ringraziato il consiglio e affidato nove PHF ad altrettanti soci tra i più attivi dell’annata: il segretario Gabriele Piscitelli i prefetti Diana e Manetti, Cigliana (in particolare legato ai premi di giornalismo) Fossi (che in risposta gli ha consegnato una lettera di gratitudine del Consiglio) Ferraro, Penco (ricordando i 100 Artigiani) Antich (con il successo del corso di mediazione) Cardinale (futura DG che ha anche rivolto un breve pensiero al Club nel segno della prossima annata) Fantini ha poi consegnato i tradizionali premi di assiduità (Targa Massimo Galletti di Sant’Ippolito) ai più presenti dell’annata Leonardo Belloni e Sara Ermini. Secondo la sua indole, sempre dialogante, Fabrizio ha colto l’occasione dei brevi scambi con i premiati per sottolineare i servizi realizzati dal Club durante l’annata,a cominciare da quello comune con i club di area a favore di Genova, delle iniziative in memoria del compianto governatore Massimiliano Tacchi e durante la visita del presidente internazionale Maloney che ha definito emozionante e unica.

Maggiore emozione è stato però poter aiutare qualcuno direttamente, come è stato col letto speciale assegnato a una bambina malata per il quale ha ricevuto un toccante ringraziamento da parte della mamma. Le iniziative dell’annata sono state proiettate durante la serata. Tra le altre soddisfazioni la decima edizione del Teatrotary cui ha legato uno speciale ringraziamento a Sandra Manetti, infaticabile anche in questa prova che quest’anno ha incluso il doppio (8 anziché 4) delle serate. La festa degli auguri al Poggio Imperiale ha rappresentato un altro momento forte del suo personale bagaglio di emozioni condivise con la moglie Gabriella e col figlio Enrico, sempre al suo fianco in una visione familiare del Rotary che anche il presidente Maloney non ha mancato di sottolineare nella sua visita al Club avvenuta durante una Quadrangolare straordinaria coincisa con 40 anni di ininterrotta attività, integrata da alcuni anni da una seconda opportunità per un nostro giovane attraverso il RYLA internazionale di Parigi. La stessa serata di oggi ha avuto un legame con la Quadrangolare grazie alla piccola estrazione di premi che ha garantito 840 euro aggiuntivi per l’iniziativa comune in Ladakh dei quattro club. Infine il Columbus del quale è stato distribuito il VII libro raccolta delle motivazioni dei premi delle lezioni colombiane (2015-2018) per il quale Fabrizio ha rivolto uno speciale ringraziamento al redattore del bollettino Luigi Cobisi.

Prima di lasciare il collare a Selleri Fabrizio Fantini ha voluto ricordare il ruolo del Rotaract (cui attribuì il primo PHF dell’annata) e lanciare un applauso per la nostra assistente Sonia Cortini che è entrata in attività quest’anno con cortesia e competenza. Il passaggio delle consegne vero e proprio è avvenuto in tutta semplicità. Stefano Selleri ha scambiato le insegne con Fabrizio Fantini rinviando alla riunione del 4 luglio per il suo programma. Una sola nota personale nel ricordo di un altro passaggio di consegne che avverrà al nostro club tra un anno replicando la stessa esperienza che ebbe con lo stesso Simone Martini alla Round Table alcuni anni fa. Una curiosità che rappresenta anche un segno di amicizia e di continuità, la stessa che perdura per il 52° anno al Firenze Est.